Valalta FKK Naturist Camping (25 luglio 2021)

Quarto anno in Croazia, terzo consecutivo al Valalta: visto il permanere dell'incertezza dovuta alla pandemia in atto, non abbiamo voluto rischiare altre mete e siamo andati sul sicuro.
Per la recensione si rimanda alle precedenti visite ( 2019  e 2020 ), in questo post troverete pertanto solo alcune nostre impressioni e/o osservazioni su questa ultima esperienza:

Affluenza
Rispetto al 2020, primo anno della pandemia, quest'anno il villaggio è molto più abitato, appartamenti pressochè al completo (noi abbiamo trovato posto in un bungalow tipo LA con prima colazione) e piazzole occupate fino nelle zone più lontane.

Sorveglianza
Nonostante la grande affluenza di turisti, abbiamo notato una netta diminuzione di personale, soprattutto di quelli addetti alla sicurezza (magliette gialle); nel 2019 c'era un continuo via vai di addetti in bicicletta o in scooter a presidio delle spiagge, quest'anno ne abbiamo notato la mancanza: politica di contenimento dei costi?  

Modifiche strutturali
Positivo il rinnovamento della recinzione che delimitava il perimetro del villaggio dal lato delle alture che si affacciano sul canale di Leme.

Esperienza in Bungalow
Causa indecisione abbiamo prenotato un po' tardi e quindi la disponibilità di appartamenti per il periodo da noi richiesto (25 luglio - 08 agosto) era esaurita. Abbiamo pertanto accettato un bungalow di tipo LA con la formula B&B. Al nostro arrivo ci è stata consegnata la chiave del bungalow numero 258, un monolocale a due zone, separate da una mezza parete in cartongesso, con camera da letto e soggiorno con divano letto e all'esterno, veranda coperta attrezzata con sedie e tavolino e piccolo giardino con lettini prendisole e ombrellone in dotazione.

DSCN3462-COLLAGEjpg
La sistemazione in B&B è stata tutto sommato positiva, alla mattina si faceva una abbondante colazione presso il ristorante centrale Pansion, a pranzo o a cena a volte si usciva al ristorante e a volte si mangiava qualcosa di veloce comprato al supermercato. Il frigorifero in soggiorno ci garantiva la possibilità di tenere in fresco frutta e bevande, nonostante le dimensioni poco capienti, mentre il fornellino elettrico da campeggio portato da casa ci dava la possibilità di scaldare acqua per preparare te e tisane.

Conclusioni
Come sempre Valalta è una garanzia, abbiamo trascorso due settimane di relax naturista in una struttura ormai consolidata e rinomata per la qualità dei servizi che offre ai turisti. Dopo tre anni consecutivi al Valalta pensiamo comunque che le nostre prossime vacanze,  pandemia permettendo, saranno in un altra destinazione; nonostante ciò sappiamo che un giorno torneremo di certo,  magari per soggiorni più brevi, ma torneremo.