Val Sesia (11 giugno 2021)

Vista la situazione Covid molto buona, con le regioni ormai tutte in procinto di diventare bianche, decidiamo nel weekend centrale di giugno di visitare la nuova spiaggia fluviale sul Sesia in località Balangera, a Varallo.
La strada per arrivare su in Val Sesia da casa nostra è lunga, oltre 270 Km, ma purtroppo noi abitiamo distanti un po' da tutti i luoghi naturisti autorizzati, quindi siamo abituati agli spostamenti e ce ne facciamo una ragione.

sesia6JPG
Pensiamo però che ne valga la pena, abbiamo letto commenti molto positivi sulla pagina di Facebook  SesiaNat - Naturismo in Val Sesia  e ci sembra che si stia creando un bel gruppo locale a presidio gestito da alcuni naturisti e soci  Anita  della zona.

Weekend naturista ma non solo
Non siamo mai stati in Val Sesia, quindi cogliamo l'occasione della visita alla spiaggia naturista per fare una gita un po' più ampia di tre giorni, prendendo anche le nostre bici al seguito. Prendiamo alloggio in pernottamento e prima colazione all' Hotel Ristorante Delzanno , in località Crosa, sulla strada che sale al Sacro Monte, per 3 notti dal 10/06 al 13/06. 

sesia7JPG
Partiamo giovedì pomeriggio alle 17 subito dopo il lavoro (per sicurezza abbiamo avvisato l'albergo del nostro arrivo tardi)  e arriviamo alle 20:45. Non abbiamo ancora cenato e quindi chiediamo se è possibile mangiare qualcosa di veloce. Nonostante la cucina dell'albergo sia già chiusa, la signora molto gentile si presta ugualmente a prepararci qualcosa: un piatto di Roast-Beef e un buon bicchiere di vino locale.

Un giro per Varallo poi alla Spiaggia

Venerdi mattina, dopo colazione, ci dedichiamo a un giro in bici alla scoperta della città. Saliamo anche al Sacro Monte, pedalata di un paio di chilometri abbastanza agevole, quindi una passeggiata per qualche foto ricordo con il panorama della valle come sfondo.

sesia8jpg

Verso le 11, lasciamo le bici in albergo e in auto ci portiamo verso la spiaggia naturista  (purtroppo da Varallo alla spiaggia non c'è un percorso ciclabile e noi non ci fidiamo a percorrere la statale). Dal parcheggio della ex discoteca, con le precise indicazioni lette sul sito dell' Anita, arriviamo comodamente alla spiaggia pronti ad iniziare il nostro meritato pomeriggio di relax naturista.
La spiaggia è un ampio spiazzo sabbioso all'interno dell'argine del fiume contornato da alberi e arbusti tipici della botanica fluviale valsesiana. Quando arriviamo c'è pochissima gente, ma d'altra parte è venerdì quindi non ci aspettiamo il pienone dei festivi. Troviamo la nostra posizione e ci sistemiamo. Abbiamo portato con noi materassini in gommapiuma e teli da bagno, ma anche il frigo portatile con bevande fresche, frutta e qualcosa per il pranzo.

sesiax 1JPG

Trascorriamo più o meno tre ore alla spiaggia, in pieno relax e in comunione con la natura.
Poi, come capita spesso in Valsesia (o almeno così ci dicono...), nubi nere stanno minacciando il temporale e allora decidiamo di andarcene. L'intenzione è quella di tornare all'indomani dopo l'uscita in bici che vogliamo fare all'Alpe di Mera.