Aquaforum (1 novembre 2017)

Soggiorno in Val Venosta

Per il ponte d'Ognissanti decidiamo di testare un centro benessere dove non siamo mai stati, l'Aquaforum di Laces, in Val Venosta. Navigando nel sito della struttura (www.vivalatsch.it/it/aquaforum) scopriamo che è stato recentemente inaugurato un nuovo spazio esterno, un giardino di 1000 mq con laghetto artificiale e una grande sauna interrata da una settantina di posti dalla doppia funzione: Meditazione e Relax (a 65°) nelle prime ore della giornata, Finlandese (a 90°)  successivamente. L' inaugurazione ufficiale di questa nuova area risale al 28 ottobre, appena tre giorni fa, quindi saremo tra i primi fortunati ospiti. Una piacevole sorpresa che scopriamo sempre dal sito è che prenotando un soggiorno in un albergo o pensione convenzionati si riceverà un buono per entrare gratuitamente all' Aquaforum.  

Scorriamo quindi la lista delle strutture partner e inviamo alcune e-mail per chiedere informazioni in merito a disponibilità e prezzi per una camera doppia per due notti, dal 31/10 al 02/11 in trattamento di pernottamento e prima colazione. In base alle risposte, facciamo le nostre valutazioni e alla fine scegliamo la Pension Sachsalber nella frazione di Tares, distante appena un chilometro da Aquaforum. Arriviamo alla pensione la sera del 31 ottobre alle 19:00, ci accoglie il proprietario, molto cortese e disponibile, prende i nostri dati ci consegna la camera, pulita e spaziosa, quindi ci lascia un po' di documentazione turistica sulla zona, unitamente a due Val Venosta Card (che danno diritto ad usufruire dei trasporti pubblici gratuitamente ma che purtroppo, vista la brevità del nostro soggiorno, non riusciremo ad usare) e ci prepara i due buoni per l'ingresso di domani al centro benessere.

Ingresso di Aquaforum
Ingresso di Aquaforum

Aquaforum

Dato il periodo di ponte, per tutta la settimana L' Aquaforum fa orari particolari, dalle 10:00 alle 22:00 indifferentemente per piscina e area saune. Facciamo quindi la nostra prima colazione con calma poi, qualche minuto prima dell'apertura, scendiamo a Laces in auto, parcheggiamo (gratuitamente) nella zona preposta ed entriamo. Il costo giornaliero cumulativo di sauna e piscina è 21,90 euro (solo sauna 18,70) nei giorni festivi e nei weekend. Presentando alla cassa il buono della nostra pensione, noi invece non paghiamo nulla. La cassiera ci consegna i due braccialetti che serviranno per azionare i tornelli e pagare le eventuali consumazioni, quindi ci informa che per sbloccare/bloccare l'armadietto servirà un euro di moneta. La zona saune si trova al primo piano superiore, saliamo quindi le scale alla nostra sinistra e subito troviamo le porte degli spogliatoi divisi per genere, femminili a sinistra e maschili a destra.

Lo spogliatoio non è enorme ma è comunque pulito e ben tenuto. Gli armadietti si aprono e chiudono a chiave e per sbloccarla occorre inserire un euro nell'apposita gettoniera interna all'antina. In fondo alla stanza, una seconda porta conduce direttamente nella zona saune.  


Bio Sauna
Bio Sauna

Area Saune - Interno

L'area saune all'interno della struttura è composta da un primo corridoio lungo il quale sulla sinistra si sviluppano nell'ordine il Bagno Turco, una piccola vasca Kneipp e la Bio Sauna a 65°, mentre sulla destra si trova la scala per raggiungere gli spazi relax del secondo piano, quindi un ampio vano docce e infine la Sauna a Infrarossi.  Sul fondo si apre un secondo corridoio, più corto del primo e perpendicolare ad esso in modo da formare una "T", al centro del quale c'è la sauna panoramica, una finlandese che può contenere 30-40 persone dotata di una grande vetrata che guarda sul giardino esterno. Svoltando a sinistra si trova la porta che permette di accedere alla zona piscine (costume obbligatorio) mentre a destra un'altra porta conduce al giardino esterno.  


Zone Relax

Sono 3, si sviluppano tutte al secondo piano, direttamente sopra alle saune, vi si accede tramite la scala interna. La prima sala è di tipo conviviale, con alcuni divanetti imbottiti e tavolini al centro. E' possibile conversare e socializzare, eventualmente mangiare o anche bere una tisana calda prelevata dall'apposito erogatore messo a disposizione degli ospiti. Ai lati opposti di questa prima sala si trovano due porte che conducono rispettivamente a una sala per il riposo con luci soffuse e lettini imbottiti, e a una sala per il relax molto più luminosa (trovandosi sopra la sauna panoramica sfrutta la stessa vetrata che da sul giardino esterno), ideale per la lettura.


Scorcio del giardino esterno
Scorcio del giardino esterno

Area Saune - Giardino Esterno

E' questa la zona completamente nuova, ultimata a metà settembre e inaugurata solo qualche giorno prima della nostra visita.

Per raggiungerla occorre uscire dalla porta che si trova a destra della sauna panoramica e scendere un'alta scala di ferro, tipo quelle installate postume per ottemperare alle normative antincendio. In effetti non è una soluzione propriamente estetica, ma risulta comunque valida dal punto di vista della praticità.

Il giardino è davvero ben curato, erba tagliata di recente, aiuole di piantine giovani (appena messe a dimora), vialetti in ghiaia battuta, alcuni lettini prendisole. Al centro del giardino, l'attrazione principale è di certo la rappresentazione in piccolo di una sorgente d'acqua che si trasforma in torrente e quindi diventa lago. Alla sorgente gli ospiti possono fare bagni freddi alle estremità inferiori, mentre il lago può essere utilizzato per lo shock termico post sauna.


La grande sauna interrata Erdsauna

La grande sauna "interrata" (Erdsauna)

La grande Sauna Esterna

E' un ambiente veramente spazioso che può contenere comodamente circa 70 persone. La temperatura viene impostata a 65° (Sauna Meditazione) fino ad un certo orario, poi diventa sauna Finlandese a 90°. Viene sfruttata per gli aufguss alternativamente alla sauna panoramica che si trova all'interno. A fianco dell'ingresso della sauna una porta a vetri ad apertura automatica consente l'accesso alla sala docce. Dall'altro lato il laghetto artificiale dove immergersi dopo la sauna per raffreddare il corpo.


Aufguss

Il programma è quello dei giorni festivi: si inizia alle 12:00 con il primo in sauna panoramica, poi gli altri a distanza di più o meno un ora e mezza l'uno dall'altro. Nel periodo di nostra permanenza la gestione dell'area saune è stata tenuta da un solo operatore, Richie, il quale si è anche occupato dell'esecuzione di tutti gli aufguss. Comunque ben fatti, con ottime essenze e una buona tecnica di ventilazione.


Piscina per il nuoto sportivo
Piscina per il nuoto sportivo

Conclusioni

La nostra giornata all' Aquaforum è trascorsa piacevolmente e in ottimo relax. Nonostante il giorno festivo, dalle 10 di mattina, orario di apertura, fino al tardo pomeriggio, la struttura è rimasta perfettamente vivibile in quanto assolutamente non affollata. Abbiamo quindi potuto godere delle sedute in saune in una condizione pressochè ottimale. Anche gli aufguss si sono svolti in una atmosfera di piena tranquillità, estremamente differente da quelle situazioni frenetiche che si vivono molto spesso negli altri centri più blasonati, quando ci si mette in fila diversi minuti prima dell'inizio dell'esibizione davanti alla porta della sauna con l'obiettivo di entrare per primi e occupare i posti preferiti. Abbiamo inoltre colto l'occasione per testare anche l'area piscine (tessile), concedendoci tra una sauna e l'altra un po' di esercizio fisico nuotando nella vasca sportiva.

Nel complesso molto soddisfatti.